CONCORSO DI ACCESSO SCUOLE DI SPECIALIZZAZIONE: ISTRUZIONI PER L’USO

 

Premessa

L’accesso alle scuole di specializzazione avviene tramite un concorso annuale che è disciplinato da un regolamento e da un bando di concorso.

Il regolamento è stato introdotto tramite il Decreto Ministeriale 30 Giugno 2014 n.105 [4], successivamente rivisto con Decreto Ministeriale 20 Aprile 2015 n.48 [5], secondo il quale il bando di concorso deve essere pubblicato il 30 Aprile di ogni anno.

Anche quest’anno tale termine è stato disatteso, senza alcuna previa comunicazione da parte del MIUR.

Il Decreto Ministeriale 16 Maggio 2016 n.306 [6] stabilisce la ripartizione dei contratti di formazione medica specialistica coperti con fondi statali per l’a.a. 2015/2016.

Nel suddetto bando è stato indicato il termine ultimo per la pubblicazione del bando per il concorso, previsto il 20 Maggio 2016.  

Infine, il bando di concorso è stato emanato giorno 20 Maggio tramite Decreto Ministeriale (DM 20 Maggio 2016 n.313).

 

Questo articolo si pone l’obiettivo di guidare alla lettura e comprensione del bando del concorso nazionale, riportando e riassumendo i punti salienti dello stesso con maggiore organicità e chiarendone le modalità.

 

L’articolo è una sorta di abstract del documento informativo che ogni lettore potrà trovare in allegato, in cui è compresa un’analisi dettagliata e approfondita del concorso nazionale, riportando anche le differenze con la modalità di accesso dell’anno precedente.

Inoltre, nel documento allegato è presente in appendice un file “vademecum”, che riassume in maniera sistematica tutte le date, scadenze, punteggi e tempistiche della prova d’esame e vuole essere un promemoria per tutti i candidati.

 

Ammissione alla scuola

Possono partecipare tutti i laureati in Medicina e Chirurgia in data anteriore al termine di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione.

Saranno ammessi tutti i candidati vincitori che saranno provvisti dell’abilitazione all’esercizio della professione di Medico-Chirurgo entro la data di inizio delle attività didattiche, previsto giorno 1° Novembre 2016.

 

Le borse stanziate per questo anno accademico sono 6.718, così suddivisi:

  • 6133 contratti con fondi statali;
  • 521 contratti regionali, che saranno assegnati una volta coperti i contratti statali;
  • 64 contratti con alti Enti pubblici e/o privati, che saranno assegnati una volta coperti i contratti regionali.

 

Domanda di ammissione al concorso

Ciascun candidato si iscrive al concorso esclusivamente in modalità on line accedendo al portale Universitaly (www.universitaly.it). La procedura di iscrizione on line al concorso è attiva da martedì 24 maggio 2016 e si chiude inderogabilmente alle ore 15.00 (fuso orario Italia) di martedì 7 giugno 2016.

 

Si potranno esprimere massimo 3 preferenze di scuola, di cui massimo due nella stessa area.

 

Il candidato, all’atto dell’iscrizione, deve specificare le tipologie di Scuola prescelte, indicandole in ordine di preferenza. All’interno di ogni tipologia prescelta il candidato deve elencare le specifiche Scuole rientranti nella Tipologia, in ordine di preferenza di sede.

Terminate le procedure di iscrizione da parte dei candidati, gli Atenei presso cui i candidati stessi hanno conseguito la laurea sono tenuti al caricamento on line, nell’apposita sezione informatica riservata all’Ateneo presente alla pagina https://ateneo.cineca.it/ssm, di una attestazione dell’Ateneo stesso nella quale sia riportata la media ponderata degli esami sostenuti dal candidato.

 

L’attestazione dovrà altresì riportare la certificazione della laurea, con relativo voto, e degli esami di profitto sostenuti dal candidato, completa di tutte le necessarie informazioni per ogni singolo esame di profitto sostenuto dal candidato (voto ottenuto, CFU totali di ogni esame, i settore/settori scientifico disciplinari che compongono il corso di insegnamento cui l’esame si riferisce con di fianco ad ogni SSD i relativi CFU).

 

Prova d’esame

Le prove si svolgono telematicamente, almeno 60 giorni dopo la pubblicazione del bando.

I candidati sono tenuti a prendere visione della Gazzetta Ufficiale di venerdì 24 giugno 2016 per la comunicazione della conferma delle date di svolgimento della prova d’esame che verrà inserita anche sul sito www.universitaly.it .

 

La prova d’esame consiste in una prova scritta che prevede la soluzione di 110 quesiti a risposta multipla, ciascuno dei quali con quattro possibili risposte. La prova d’esame è divisa nelle seguenti parti:

  • 1)  prima parte, comune a tutte le tipologie di scuola, comprendente 70 quesiti inerenti la parte clinica del corso di laurea;
  • 2)  seconda parte, comprendente 40 quesiti relativi all’area e alla tipologia di scuola, che viene così ripartita:
  1. parte specifica di area: è costituita da 30 quesiti comuni a tutte le scuole appartenenti ad una stessa area (clinica, chirurgica, servizi). Tali quesiti sono definiti in relazione a scenari predefiniti, in modo tale che ad ogni scenario corrispondano da 1 a 5 quesiti, con particolare riferimento alla valutazione di dati clinici, diagnostici, analitici nonché di dati epidemiologici.
  2. parte specifica per tipologia di scuola: è costituita da 10 quesiti specifici per ciascuna tipologia di scuola. Analogamente ai quesiti precedenti, saranno basati su scenari a cui corrispondano da 1 a 5 quesiti.

 

Materie

Le materie oggetto d’esame per la seconda parte della prova specifica dell’area appartengono ai seguenti settori scientifico-disciplinari:

 

AREA MEDICA
  • MED/08 – Anatomia Patologica;
  • MED/09 – Medicina Interna;
  • MED/18 – Chirurgia Generale;
  • BIO/14 – Farmacologia.
AREA CHIRURGICA
  • MED/08 – Anatomia Patologica;
  • MED/09 – Medicina Interna;
  • MED/18 – Chirurgia Generale;
  • BIO/16 – Anatomia Umana.
AREA SERVIZI
  • MED/04 – Patologia Generale;
  • MED/08 – Anatomia Patologica;
  • MED/09 – Medicina Interna;
  • MED/18 – Chirurgia Generale.

 

Per quanto riguarda, invece, le materie della seconda parte della prova specifica per la tipologia di scuola, esse saranno riconducibili al SSD caratterizzante di ciascuna tipologia di Scuola indicato nella tabella presente nell’Allegato 3 del suddetto bando.

 

Punteggi

Per la prova d’esame è attribuito un punteggio massimo di 120 punti, che andranno sommati ad altri punti per altri titoli.

 

I punteggi sono così distribuiti:

Tipologia quesiti Riposta esatta Risposta errata Risposta non data Tempi svolgimento
70 quesiti generali 1 punto -0,30 punti 0 punti 95 minuti
30 quesiti di area 1 punto -0,30 punti 0 punti 48 minuti
10 quesiti specifici per ogni scuola 2 punti -0,60 punti 0 punti 19 minuti

 

Svolgimento della prova

L’elenco delle Istituzioni universitarie sedi di svolgimento della prova di ammissione verrà pubblicato entro mercoledì 29 giugno 2016 sul sito www.universitaly.it.

Le Istituzioni universitarie di assegnazione provvederanno entro venerdì 1 luglio 2016 a rendere note ai candidati loro assegnati, nell’area riservata del sito www.universitaly.it le informazioni relative allo specifico orario e luogo di presentazione per le procedure di riconoscimento e per lo svolgimento della prova per ognuno di essi.

 

Non saranno ammessi a sostenere la prova di ammissione i candidati che:

  • si presenteranno in una sede o luogo diverso da quello loro indicato, ovvero in un orario o in un giorno diverso da quello stabilito;
  • non avranno perfezionato l’iscrizione secondo le modalità previste dal presente decreto

 

Date delle prove d’esame

La prova si svolgerà secondo il seguente calendario:

  • 19 luglio 2016 ore 12.00, per la prima parte (70 quesiti comuni a tutte le tipologie di Scuola);
  • 20 luglio 2016 ore 12.00, per la parte specifica di AREA MEDICA;
  • 21 luglio 2016 ore 12.00, per la parte specifica di AREA CHIRURGICA;
  • 22 luglio 2016 ore 12.00, perla parte specifica di AREA DEI SERVIZI CLINICI  

 

Commissione giudicatrice

Il Regolamento vigente prevede che, mediante decreto del Ministro dell’Istruzione, venga istituita un’unica commissione nazionale giudicatrice, composta da un direttore di scuola, che funge da presidente, e da almeno cinque professori universitari per ogni area, anche  in  quiescenza, individuati fra professori dei  settori  scientifico-disciplinari  di riferimento delle tipologie di scuola rientranti nella relativa area. La commissione elabora e valida i quesiti delle prove.

 

Valutazione titoli

Ai titoli sono attribuiti fino a 15 punti: 2 per voto di laurea e 13 per il curriculum.

 

Per quanto riguarda il voto di laurea, i punteggi sono così suddivisi:

  • 110 e lode → 2 punti;
  • 110 → 1,5 punti;
  • 108-109 → 1 punto;
  • 105-107 → 0,5 punti

 

Per il curriculum, invece, ci sono tre categorie considerate:

  1. Media ponderata (fino ad un massimo di 5 punti)
  • media >= 29,5: 5 punti
  • media >= 29: 4 punti
  • media >= 28,5: 3 punti
  • media >= 28: 2 punti
  • media >= 27,5: 1 punto

Nello specifico, nel calcolo della media ponderata il voto 30 e lode deve essere considerato pari al voto 30/30  e l’ateneo deve, altresì, tenere conto che la media ponderata deve essere arrotondata alla prima cifra decimale (es. 28,44=28,4; 28,45=28,5).

 

  1. Esami fondamentali e caratterizzanti (fino ad un massimo di 5 punti):
  • per ogni 30 e 30 e lode → 1 punto
  • per ogni 29 → 0,7 punti
  • per ogni 28 → 0,5 punti
  • per ogni 27 → 0,2 punti

 

  1. Altri titoli (fino ad un massimo di 3 punti):
  • 1 punto → per la tesi sperimentale in una disciplina di uno dei settori scientifico- disciplinari della tiplogia di scuola;
  • 2 punti → per il Dottorato di ricerca in una disciplina di uno dei settori scientifico – disciplinari della tipologia di scuola.

I punti per l’attinenza della tesi ed il dottorato non saranno attribuiti a chi ha già il titolo di specialista o ha usufruito della borsa di specializzazione per almeno un anno.

 

Graduatoria

Viene stilata una graduatoria nazionale per ogni tipologia di scuola, tenendo conto delle preferenze espresse dai candidati, sia in relazione alla scuola che alla sede preselezionata.

 

Giovedì 11 agosto 2016 sono pubblicate sul sito riservato www.universitaly.it le graduatorie nominative per ogni tipologia di Scuola – che tengono conto dell’ordine di preferenza espresso dal candidato sulle tre tipologie di Scuola prescelte – con l’indicazione, per ogni candidato, del punteggio ottenuto, della posizione in graduatoria con indicazione del relativo status, della sede universitaria in cui lo stesso si collocherebbe tenendo conto della posizione in graduatoria di tutti i candidati che lo precedono e delle relative preferenze di sede.

Entro martedì 30 agosto 2016 ogni Università, mediante il proprio sito riservato, comunica al CINECA i nominativi dei candidati che hanno provveduto ad iscriversi alla Scuola.

 

Preferenze

  1. I candidati collocatisi in prima preferenza sia di sede che di tipologia di Scuola decadono automaticamente dalle altre preferenze. Devono completare la loro iscrizione nel periodo che va da mercoledì 24 agosto 2016 a lunedì 29 agosto 2016, secondo le procedure amministrative proprie di ciascuna sede universitaria.

 

  1. I candidati collocatisi in prima preferenza della tipologia di scuola, ma in sede diversa rispetto alla prima preferenza, permangono nelle preferenze di sede migliori rispetto a quella in cui si sono collocati. Tali candidati possono o completare l’iscrizione (nel periodo compreso tra il 24 ed il 29 Agosto 2016), decandendo da qualsiasi altra graduatoria, oppure attendere successivi scorrimenti in base alla preferenza di sede;

 

  1. I candidati collocatisi in graduatoria dalla seconda preferenza, sia in termini di sede che di tipologia di scuola, possono o completare l’iscrizione (nel periodo compreso tra il 24 ed il 29 agosto 2016), oppure attendere gli esiti dei successivi scorrimenti.

 

Scorrimenti

Mercoledì 31 agosto il CINECA procede alla pubblicazione dei nuovi scorrimenti per ogni tipologia di Scuola.

Con la pubblicazione dello scorrimento il candidato assegnato alla sua prima preferenza utile deve provvedere all’iscrizione entro 4 giorni decorrenti dal giorno della pubblicazione stessa (incluso il giorno della pubblicazione ed esclusi il sabato ed i giorni festivi)il CINECA il giorno lavorativo successivo (esclusi il sabato ed i giorni festivi) alla data di comunicazione delle iscrizioni da parte degli Atenei, procede alla pubblicazione dei nuovi scorrimenti per ogni tipologia di Scuola aggiornati a seguito di quanto verificatosi in precedenza.

 

In fase di chiusura definitiva degli scorrimenti tutti i candidati ancora in graduatoria dovranno procedere, tramite apposita procedura informatica che verrà loro attivata nell’area riservata del sito www.universitaly.it, alla manifestazione della conferma di interesse all’immatricolazione nel periodo tra mercoledì 19 ottobre 2016 (data di pubblicazione del penultimo scorrimento) e martedì 25 ottobre 2016 ore 12.00 (fuso orario Italia).

In assenza della manifestazione di conferma di interesse il candidato decade dalle graduatorie in cui è inserito e non conserva alcun diritto all’immatricolazione.

 

L’ultimo scorrimento utile è previsto giorno 26 Ottobre 2016 e, tenuto conto degli esiti  della procedura di “manifestazione della conferma di interesse all’immatricolazione”, il candidato, che si trova nella posizione di prenotato su una determinata tipologia di Scuola, acquisisce automaticamente lo status di assegnato a quella specifica Scuola e deve inderogabilmente procedere, a pena di decadenza, entro i successivi 4 giorni (incluso il giorno stesso della pubblicazione dello scorrimento ed esclusi il sabato ed i giorni festivi) al perfezionamento dell’immatricolazione presso la suddetta Scuola, secondo le procedure amministrative proprie di tale sede universitaria.

 

I contratti di formazione specialistica eventualmente resisi liberi sono oggetto, compatibilmente con le procedure ministeriali in atto, di riassegnazione nell’ambito del contingente dei contratti di specializzazione per i successivi anni accademici.

 

E’ precluso lo scambio di sedi tra i vincitori.

 

Conclusioni

Il concorso nazionale per l’accesso alle scuole di specializzazione costituisce un momento importante per migliaia di medici e di conseguenza per il Sistema Sanitario Nazionale e il Paese tutto.

Nonostante nel corso del tempo siano state riviste in un’ottica più equa le modalità di accesso alle scuole di specializzazione, restano ancora molti dubbi e forti criticità riguardo le stesse, come già riportato nell’introduzione al documento.

 

Lo scopo di questo documento non è elencare o porre l’accento sui punti negativi del bando di concorso, ma quello di informare e formare quanti più studenti possibile, a partire dai primi anni e non coinvolgendo soltanto i laureandi o i neo-abilitati abilitati.

Soltanto con una forte consapevolezza è possibile operare un’analisi critica su quelli che sono i punti deboli e punti di forza delle modalità di accesso alle scuole di specializzazione e soltanto così gli studenti potranno essere essi stessi i protagonisti ed i garanti dei loro stessi diritti.

 

Per maggiori informazioni rimandiamo al documento redatto, nella versione sfogliabile e scaricabile su ISSUU oppure nel pdf  cliccando qui.

 

Gruppo (In)Formazione Continua

Beatrice Vaccaro, Gianluca Gullo, Giovanna Faccio