Globalmente

4.04.16
Le storie di vita dei migranti allo Human Right Watch Film Festival di Londra
Poco più di un mese fa si è concluso a Londra il Festival cinematografico che ha portato in evidenza diversi film incentrati sul tema dei diritti umani. I registi che hanno affrontato l’argomento nei loro film e documentari mostrano le diverse forme che il processo migratario prende a seconda dei contesti e delle situazioni di chi ne è coinvolto.
In questo articolo potrete trovare alcuni titoli da tenere a mente per l’autoformazione!
http://www.tpi.it/mondo/regno-unito/le-storie-di-vita-dei-migranti-allo-human-rights-watch-film-festival-di-londra

8.04.16
Come funziona la richiesta d’asilo politico in Italia
Chi ha diritto allo status di rifugiato? Quali sono le forme di protezione internazionale? Chi decide se un migrante ha diritto a rimanere in Italia o dev’essere espulso? A queste e a tante altre domande sul mondo dell’immigrazione troverete risposta in questo articolo, utile a comprendere gli status dei diversi migranti.
http://www.tpi.it/mondo/italia/asilo-politico-italia

23.04.16
Cosa prevede l’accordo sul clima
Lo scorso 22 aprile, nella Giornata della Terra, è stato firmato a New York da 171 Paesi il nuovo accordo sul clima raggiunto a dicembre 2015 nella COP21 di Parigi. In questo articolo troverete riassunto in punti il suo contenuto e le implicazioni per i Paesi che vi aderiscono.
http://www.tpi.it/mondo/italia/accordo-sul-clima

26.04.16
Il centro di detenzione di Manus Island è illegale, stabilisce la Papua Nuova Guinea
La materia è sempre l’immigrazione e l’oggetto in questione è ancora una volta il rispetto dei diritti umani. Ma il luogo è un po’ inusuale rispetto alla nostra attualità italiana. Non dimentichiamoci che l’immigrazione esiste in tutto il mondo e che i diritti sono universali, come ribadisce la Corte Suprema della Papua Nuova Guinea all’Australia.
http://www.tpi.it/mondo/papua-nuova-guinea/papua-nuova-guinea-australia-manus-island-illegale

29.04.16
Ieri notte hanno ucciso l’ultimo pediatra di Aleppo, mio collega e amico
In questo articolo trovate la lettera che è stata scritta dal dottor Hatem, medico e collega del pediatra ucciso insieme ad altri cinque medici in un raid aereo ad Aleppo, che ha colpito alla mezzanotte di mercoledì 27 aprile una struttura ospedaliera di Medici senza Frontiere, in Siria.
http://www.tpi.it/mondo/siria/lettera-ricordo-pediatra-ucciso-aleppo-raid-siria

30.04.2016
La differenza il risveglio di una famiglia siriana e una occidentale
Qui per voi un video realizzato per una campagna da Amnesty International che mette a confronto il risveglio di una famiglia in occidente e quello di una famiglia in Siria.
http://www.tpi.it/mondo/siria/differenza-risveglio-famiglia-siriana-famiglia-occidentale

3.05.16
101 profughi arrivano in Italia grazie ai cordoni umanitari
Sono la Comunità di Sant’Egidio, le Chiese Evangeliche e la Tavola Valdese, con la collaborazione dei Ministeri dell’Interno e degli Esteri, a organizzare la traversata sicura del Mediterraneo per alcuni profughi Siriani, evitando la pericolosità dei barconi e lo sfruttamento dei trafficanti.
http://www.tpi.it/mondo/italia/corridoi-umanitari-profughi-siriani-santegidio

5.05.16
Il campo profughi nel cuore dell’Europa che nessuno vuole
A Calais c’è la Giungla, The Jungle, il campo che conta 6000 persone profughi in attesa di poter andare in Gran Bretagna per costruire una nuova vita. Nel frattempo, vivono in tende o in rifugi di fortuna, senza sapere per quanto ci staranno. Non li vuole la Francia, non li vuole la Gran Bretaga. Insieme al reportage della “vita quotidiana” in questo campo e ad alcuni cenni sul problema di gestione politica tra Francia e Gran Bretagna, troverete le testimonianze di alcuni profughi, che raccontano la loro vita prima di arrivare nella Giungla e la vita nella Giungla.
http://www.tpi.it/mondo/regno-unito/campo-profughi-calais-europa-nessuno-vuole

4.05.16
Sulla rotta dei cittadini turchi verso l’Europa
Si è scritto ieri un altro importante capitolo della questione immigrati siriani in Europa, con l’approvazione di un piano da  parte della Commissione Europea che vuole sostituire l’attuale regolamento di Dublino per approvare l’arrivo di migranti e profughi in Europa nei prossimi mesi.
http://www.internazionale.it/notizie/2016/05/04/europa-turchia-visti

3.05.16
Un pezzo di Siria in Mali
Tra i tanti profughi siriani sparsi per l’Europa e l’Africa, alcuni hanno viaggiato migliaia di chilometri e sono arrivati a Bamako, capitale del Mali. Attraverso le storie di vita e il racconto della quotidianità di questi esiliati, possiamo ripensare una nuova geografia in costante mutamento.
http://www.internazionale.it/reportage/2016/05/03/siriani-profughi-mali