XLIX Congresso

Copia di 20151219_163342Believe you can and you are halfway there.

L’immancabile appuntamento SISMico si è celebrato anche questo autunno: dal 10 al 13 novembre la Sede Locale di Palermo ha ospitato il XLIX Congresso Nazionale del SISM, ribattezzato subito “IL Congresso”, giocando con la numerologia romana. La località scelta dall’Organizing Committee è stata l’Hotel Torre Artale sito a Trabia, in provincia di Palermo. L’evento si è sviluppato come consuetudine in quattro giorni, durante i quali hanno avuto spazio le attività in programma: dai momenti formativi alle sempre presenti sessione plenarie, dalle sessioni di Standing Committee alle discussioni più “tecniche” e “burocratiche”.
L’inizio del Congresso è stato riservato alla ormai classica Conferenza di Apertura, che ha riscosso notevole successo tra i partecipanti. Il tema scelto è stato “Migrazione e Sanità”, un argomento sempre attuale che sta a cuore soprattutto ai siciliani. La discussione ha visto la partecipazione di docenti, autorità e competenti in merito.
Per quanto riguarda gli aspetti più tecnici e burocratici del Congresso, tra i momenti salienti è necessario ricordare l’esposizione e la votazione degli End Term Report, la formazione del nuovo Team of Official (TO) 2016/2017 e il passaggio ad Associazione di Promozione Sociale (APS).
I primi due momenti fanno parte del “passaggio di consegne” tra vecchio e nuovo TO (il boarding del SISM, costituito dal Consiglio Nazionale e i Coordinatori delle Support Division), e tra vecchi e nuovi Coordinatori di Progetto : coloro che hanno terminato il mandato hanno illustrato il proprio End Term report, ovvero una panoramica del loro operato durante l’anno, giudicato e votato subito dopo dalle Sedi Locali; i candidati alle cariche nazionali 2016/2017 hanno esposto il loro programma che è stato votato, con scrutinio segreto, dai rappresentanti delle Sedi Locali.
Il passaggio ad Associazione di Promozione Sociale rappresenta un punto di svolta dell’Associazione, che ha deciso di darsi una definita identità dal Congresso in poi. Per la complessità dell’argomento, ci riserviamo di parlarne approfonditamente in un articolo a parte, per non togliere spazio a tutto il resto!
Durante questi quattro giorni non sono mancati i momenti dedicati alle Standing Committees, sessioni dedicate al lavoro di Area Tematica; i training, momenti formativi aperti a tutti i soci basati sulle tecniche di Educazione Non Formale; la Project Fair, una vera e propria “Expo” dei progetti locali e nazionali, un evento che ha sempre rappresentato un’occasione di confronto e “scambio di idee” tra i Soci.
La Sede Locale di Palermo, che ha permesso la riuscita dell’evento, ha speso questi ultimi mesi per garantirne il successo. Le energie spese soprattutto durante i quattro giorni del Congresso hanno permesso di avere un ambiente adatto allo svolgimento delle attività. La premura dell’Organizing Committee nei confronti dei delegati ha fatto sentire chiunque come a casa, nel pieno rispetto della tradizionale accoglienza che la Sicilia riserva ai propri ospiti!
1Ancora una volta il SISM ha aggiunto dei tasselli al suo processo di crescita e trasformazione. La consapevolezza, alla fine dell’evento, è quella di avere davanti non più un semplice gruppo di studenti pieni di idee ed energie, ma un’associazione seria, preparata, competente che vuole ricavare il proprio spazio all’interno degli ambienti accademici e non, portando in dote con sé (oltre alle sopracitate idee ed energie) una struttura solida, dei valori universalmente condivisi e la voglia di avvicinarsi sempre di più a quel “cambiamento che vuoi vedere nel mondo”: in fondo, basta crederci, e saremo già a metà strada.

Carlo Chessari